Mercoledì, 18  Luglio 2018 01:26:35
  • Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Un altro marchio se ne va!

Via Roma in Gragnano, provincia di Napoli - Italy (nel 1900 circa) utilizzata come essiccatoio naturale. Wiki.di Luisanna Tuti -

Ho visitato Gragnano molti anni fa, dopo tante insistenze di un mio caro amico venuto poi a mancare. Mi diceva: “andiamo, perché ti devo mostrare una cosa che non ti aspetti”. Ovviamente pensavo al noto pastificio e continuavo a guadagnare tempo. Invece, giunta nella cittadina campana, quale non è stata la mia sorpresa nel visitare il più bel Presepio che io abbia visto in vita mia. E’ stato realizzato in una grotta ed ogni anno aggiungono una scena. Grandissimo. Fiumi che scorrono, mulini ad acqua, ovili, pastori, lavandaie, capanne, cascate, montagne, pecorelle, buoi, cielo stellato, punteggiato di mille lucine: una meraviglia!

Leggi...

Facciamo due conti…

LAND105di Luisanna Tuti -

“Tanto tuonò, che piovve”, così recita un vecchio detto tanto comune nelle nostre famiglie. E sembra che le famiglie italiane abbiano capito di dover consumare i prodotti nostrani, a chilometri zero. Da molto tempo ci arrivano inviti dai media e, finalmente, nel 2013, il fatturato delle produzioni locali è aumentato del 65% con una spesa di 20milardi per quelle biologiche e a denominazione di origine.

Leggi...

La pizza tra frode e sofisticazione

pizza_napoletana_margherita-foto_Valerio_Capello-600di Matteo Ricciotti -

Confesso che a volte mi fanno sorridere amaramente i tanti turisti che affollano le nostre città e che poi, per ritemprarsi, vanno a mangiarsi una bella pizza nella terra che ha dato i natali a questo piatto povero, ma saporito.
Pensano sicuramente, i poverini, di mangiare finalmente la vera pizza e non quella che mangiano nel Connecticut, a Londra o a Pechino.

Leggi...

Pil – 01%. Ripresa ancora molto lontana

Monti_-_via_Nazionale_Palazzo_Koch_1000117di Luca Fortunati -

Smentite le previsioni degli analisti che da mesi parlano di una graduale ripresa dell'economia europea ed italiana. I dati pubblicati indicano una decrescita del Pil italiano di uno 0,1% nel primo trimestre del 2014.
Unico tra i grandi paesi europei a chiudere il periodo con il segno negativo.
Ad illudere il Bel Paese era stato l'incoraggiante dato dell'ultimo trimestre dello scorso anno (+0,1%), anche se oggettivamente l’affidabilità delle rilevazioni è tutta da verificare, specialmente se si tratta di uno scostamento minimo come in questo caso.
Non che la situazione degli altri Big europei sia delle migliori, la Francia ha registrato una crescita pari allo 0%. L'unico Paese a registrare una crescita interessante, è stata come al solito la Germania, dove il prodotto interno lordo è cresciuto dello 0,8%.

Leggi...

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu