Domenica, 23  Settembre 2018 04:34:53
  • Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

ABOCA: Da azienda di famiglia ad eccellenza internazionale

Raccolta-Foto_ABOCAdi Luisanna Tuti

Abbiamo voluto incontrare uno degli imprenditori di successo in questo momento di grande crisi del Paese: Valentino Mercati. La sua è una delle aziende in continua crescita ed espansione che conta circa 700 persone impiegate, destinate ad aumentare per i progetti internazionali cui si sta impegnando la Società. L’ azienda “Aboca” è nata durante uno dei tanti pasti cucinati da mamma Caterina e consumati nella settecentesca villa toscana, circondata da una tenuta di circa trecento ettari, di proprietà della famiglia.

Leggi...

SVIZZERA: blocco dei prelievi bancomat

Lingottidi Simona Peroni -

La Svizzera ha deciso di rinunciare al segreto bancario, almeno per i prelievi bancomat. Così i clienti italiani, francesi e tedeschi hanno iniziato a sporgere denunce contro banche di Ginevra, Lugano e Zurigo.
L’avvocato Paolo Bernasconi, di Lugano, legale rappresentante di molti italiani, spiega che la Procura di Ginevra ha già bocciato molti di questi ricorsi perché l’obbligo delle banche di regolarizzare la situazione fiscale non costituisce una minaccia illecita.

Leggi...

Italia: il paese delle banconote

Bancomat_ATM_italy-Photo_Kormorandi Sergio Brizzi -

Il contante, per la mancanza di rintracciabilità, pone da sempre problemi non solo all'erario, ma anche all'ordine pubblico perché la malavita non usa certo strumenti di facile riconoscimento. Per questo motivo, oltre alla facilità del suo impiego, un po' in tutti i Paesi sviluppati si agevolano i pagamenti con la carta di credito.
In Gran Bretagna, ad esempio, fin da oggi,le carte stanno mettendo fuori gioco la cara vecchia moneta. Su ogni cinque sterline spese soltanto una viene spesa in contanti, il resto avviene tramite carte di credito e bancomat oppure direttamente online.
Solo nell'ultimo anno, acquisti in "cash" sono diminuiti del 14%.

Leggi...

Cina primo Pil al Mondo

Shanghai_11_Foto_Marco_Bottiglieridi Luca Fortunati

L'International Comparison Program della Banca Mondiale, ha annunciato che il 2014 sancirà il sorpasso del Pil cinese su quello americano. Avvenimento che, se le stime venissero confermate, ha dell'incredibile, se si considera che i dati precedenti avevano previsto il sorpasso non prima del 2019, e solo 9 anni fa, ovvero nel 2005, il prodotto interno lordo della Cina si attestava al 43% di quello statunitense.

Leggi...

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu