• Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

GIGANTI A CONFRONTO

di Luca Fortunati

Cina e Stati Uniti d’America. Così diversi, così simili. Due sistemi politico-sociali impostati su due opposte linee di pensiero rispetto all’intervento statalista nel mercato. Ognuno però con le sue forti contraddizioni. L’elefante cinese che sconfessando l’eredità comunista insegue quello americano sulla più sfrenata idea di capitalismo. Se infatti intendiamo per capitalismo l’idea di un processo orientato al rivolgimento tecnologico attraverso fasi in cui emergono strutture nuove e quelle obsolete vengono distrutte, ci accorgiamo di come questa definizione possa coniugarsi con il progresso cinese. La Cina mette apprensione come quell’onda che si vede crescere sempre di più ma della quale non se ne conosce la portata. Non se ne immaginano gli effetti. Quanta sarà la porzione di spiaggia che con il tempo potrà inglobare nel mare rimane un punto interrogativo che lascia intimiditi. Un miliardo e quattro cento milioni di persone che aspettano venga riconosciuto loro il diritto di partecipare allo stesso banchetto del quale nei decenni passati l’Occidente con gli Usa a capotavola è stato il grande commensale.
La crescita cinese è ancora in una fase in cui è legata a cordone ombelicale al know how straniero: Giappone, Corea, Usa ed Europa sono ancora i modelli di riferimento in tutti i settori di business e secondo le stime più ottimistiche ci vorranno dai 30 ai 50 anni perché possa davvero inziare a camminare da sola.

Leggi...

ALLERTA LAVORO MINORILE

Theobroma_cacao-wiki-600di Simona Peroni -

Dopo le crisi di credito, gas e petrolio, arriva quella del cioccolato. Infatti sembra che nel 2020, a causa della elevata richiesta della Cina (il 5% in più dello scorso anno), la produzione del cioccolato sarà molto inferiore alla domanda, con un aumento proibitivo dei costi.
L’Organizzazione Internazionale del Cacao ha annunciato che proprio nel 2020 il deficit della produzione di semi toccherà il picco più elevato mai raggiunto: 150 tonnellate. A New York già si sentono i primi effetti: una tonnellata di cacao arriva a costare tremila dollari.

Leggi...

Rinnovarsi o morire

Campo_dei_Fiori-Foto_Myrabelladi Luca Fortunati

In un mondo dove l'evoluzione è perenne occorre essere al passo con la velocità del cambiamento per riuscire a sopravvivere. Il tessuto industriale italiano è composto al 95% da piccole imprese, nella maggior parte dei casi gestite a livello famigliare. Questa morfologia rappresenta un grave limite allo sviluppo ed alla crescita della nostra economia. Un'impresa a gestione famigliare non ha la forza di rinnovarsi nel corso del tempo; spesso segue il ciclo di vita di colui il quale detiene il potere.

Leggi...

VITTORIA DELL’ITALIA A BRUXELLES

Sede_Parlamento_Europeo_Bruxelles-Galleria-600di Luisanna Tuti -

Questa volta la Germania e tutta l’opposizione del fronte del Nord escono sconfitti: 419 parlamentari europei non hanno votato l’emendamento che mirava alla cancellazione dell’etichetta obbligatoria del testo della proposta Tajani-Borg sulla direttiva per la sicurezza dei consumatori. Contrari 205 e 25 astenuti.

Leggi...

C’E’ ETICA ANCHE IN ECONOMIA

Totò_Miseria_e_nobiltà-wiki-600di Luca Fortunati

La batteria di un Iphone arriva a malapena ad avere un’autonomia di una giornata. Ma è un ineludibile status symbol. Ci fa sentire attori del progresso, protagonisti di una galoppante tecnologia.Ogni 18 mesi un microchip raddoppia di capacità di memoria e tutto quello che c’è sul mercato diventa obsoleto.

Leggi...

Economia
IMAGESuccessioni: aperta la caccia di risorse
di Gianluca Di Russo L'imminente legge di stabilità pone il governo nella necessità di reperire almeno 1 miliardo di euro per rimanere all'interno...

Leggi...


IMAGEAutomazione: drastica minaccia per l’occupazione
di Antonello Cannarozzo Ogni settimana a Bruxelles, come nel resto del mondo, capi di stato, governatori delle banche centrali, ministri economici,...

Leggi...


IMAGEUmile Pecorino vs Nobile Parmigiano
di Sergio Brizzi -  La notizia, diciamolo subito, è molto italiana, una "guerra" tra i prodotti delle nostre eccellenze alimentari: il nobile...

Leggi...


IMAGEISLAM: è anche finanza e fondi sovrani
di Barbara Contini In Italia il flusso degli investimenti dei fondi sovrani, provenienti dai paesi arabi, è tendenzialmente in crescita e conquista...

Leggi...


IMAGEEconomia verde per uscire dalla crisi
di Fabrizio Cerami -  La crisi morde il nostro Paese da circa quattro anni, senza contare, per carità di patria, gli anni precedenti, ma per...

Leggi...


Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu