• Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Umile Pecorino vs Nobile Parmigiano

Pecorino sardo D.O.P.: Foto: Shardandi Sergio Brizzi - 

La notizia, diciamolo subito, è molto italiana, una "guerra" tra i prodotti delle nostre eccellenze alimentari: il nobile Parmigiano Reggiano e l'umile Pecorino sia Romano che Sardo.
Ebbene, dopo decenni d'incontrastata leadership sui mercati interni ed esteri, il Parmigiano ha dovuto cedere lo scettro di formaggio italiano più venduto nel mondo al Pecorino.
Secondo stime della Coldiretti, sulla base dei dati Istat relativi al primo quadrimestre dell'anno, le esportazioni di questo tipico formaggio, solo nel 2014, sono aumentate in valore del 20% facendo registrare il migliore risultato all'estero tra tutti i nostri prodotti alimentari.

Il successo internazionale, però, ha fatto aumentare anche il prezzo all'ingrosso del pecorino romano a 8,2 euro al chilo, segnando così un sorpasso storico superando la quotazione di 8 euro al chilo del Parmigiano Reggiano a 12 mesi di stagionatura che, purtroppo, risulta in lieve calo.
Solo nel 2013 per il Pecorino Romano Dop la produzione è stata di 24.700 tonnellate, del quale oltre un terzo della produzione, per un totale di 10mila tonnellate, è stata esportata negli Usa e 5200 tonnellate nell'Unione europea.
Questo successo sta avendo riflessi positivi per gli allevatori sul prezzo del latte di pecora che potrà avvicinarsi in breve tempo ad un euro al litro riuscendo almeno a coprire i costi di produzione in continuo aumento.
Un successo improvviso, se pensiamo che appena quattro anni fa il prezzo era fissato a 4,8 euro al chilo.
È un esito positivo assai significativo per la nostra economia rurale dove pascolano ancora 6,2 milioni di pecore e circa 700mila capre, soprattutto in Sardegna dove si allevano 3,2 milioni di pecore, in Sicilia 770mila, nel Lazio 630.000 e Toscana 420.000 anche se lungo tutta la penisola troviamo allevamenti di ovini.
Il pecorino, bisogna dirlo, oltre ad aiutare le nostre esportazioni, sta dando la possibilità di nuovi lavori, specie tra i giovani.
Sempre secondo le stime della Coldiretti tra i giovani c'è anche una riscoperta del mestiere di pastore: si stima che siano circa tremila i giovani hanno scelto di mettersi alla guida di un gregge per battere la disoccupazione e i risultati positivi cominciano a vedersi.

Economia
IMAGESuccessioni: aperta la caccia di risorse
di Gianluca Di Russo L'imminente legge di stabilità pone il governo nella necessità di reperire almeno 1 miliardo di euro per rimanere all'interno...

Leggi...


IMAGEAutomazione: drastica minaccia per l’occupazione
di Antonello Cannarozzo Ogni settimana a Bruxelles, come nel resto del mondo, capi di stato, governatori delle banche centrali, ministri economici,...

Leggi...


IMAGEUmile Pecorino vs Nobile Parmigiano
di Sergio Brizzi -  La notizia, diciamolo subito, è molto italiana, una "guerra" tra i prodotti delle nostre eccellenze alimentari: il nobile...

Leggi...


IMAGEISLAM: è anche finanza e fondi sovrani
di Barbara Contini In Italia il flusso degli investimenti dei fondi sovrani, provenienti dai paesi arabi, è tendenzialmente in crescita e conquista...

Leggi...


IMAGEEconomia verde per uscire dalla crisi
di Fabrizio Cerami -  La crisi morde il nostro Paese da circa quattro anni, senza contare, per carità di patria, gli anni precedenti, ma per...

Leggi...


Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu