Mercoledì, 24  Gennaio 2018 05:44:18
  • Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

L’eterno rimpallo: chi insegue chi?

Il Presidente Napolitano con il Presidente Renzi, in occasione della cerimonia di giuramento al Quirinale. Foto: Quirinaledi Roberto Mostarda

Le settimane che ci separano dall’inizio del semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea risentono nell’analisi e nella politica nazionale ancora dei risultati delle elezioni continentali e delle successive prove locali con leggera correzione ma non ininfluente dei risultati!
Un insieme di valutazioni che hanno spinto le forze politiche di maggioranza e di opposizione a una serie di “novità” da mettere in piazza.

Leggi...

Roma: il Comune per i ROM. Strabismo o cecità?

Passando per una via consolare verso le nove di mattina, può capitare di imbattersi in una fila di nomadi che spuntano dai cespugli in abiti da lavoro: chi con le stampelle o col collarino, altri con il braccio al collo e le signore, rigorosamente in nero con stupendi pendenti di corallo. Sono i lavoratori che vanno ai loro posti: semafori, piazze, strade del centro. Non che questo sia disonorevole, a parte le finte menomazioni create per intenerire i passanti, perché è meglio un onesto accattonaggio che i borseggi o le rapine. Ma il quesito che ci si deve porre, è: “Cosa si sta facendo realmente per l’integrazione di queste persone?”
Qualche giorno fa, il sindaco di Roma, ha vietato di usare, negli atti comunali, la parola nomade, per definire un membro di una comunità rom, poiché potrebbe essere discriminante. D’ora in poi si devono usare i termini comunità Rom, Sinti o Caminanti.

Leggi...

L’ascensore elettorale e i suoi esegeti

Renzi incontra a Pechino il presidente del Congresso nazionale del popolo, Zhang Dejiang. Foto: Tiberio Barchielli e Filippo Attilidi Roberto Mostarda 

E’ sconfortante, accanto alle analisi tecniche o presunte tali, assistere alle circonvoluzioni della politica, trasversali per definizione, attorno ai risultati di ogni elezione che ne segue un’altra… che ne segue un’altra… che ne segue … un’altra! E’ anche singolare sottolineare l’inesauribile capacità gattopardesca che vede molti ora a favore, ora critici, di una forza politica o di un suo leader! Di solito nel primo caso quando vince, nel secondo quando perde o non vince a dovere!

Leggi...

EU: paradossi inattesi

Emiciclo_Parlamento_trasformato_in_sala_stampa-Fonte_EU-600di Roberto Mostarda

Alea iacta …est! Il giorno dopo le elezioni europee è apparso chiaro e lampante quanto il paese stia cambiando sotto il peso della crisi economica e quanto voglia cambiare e cercare di reagire. Al di là di opinioni di saggi o di millantatori sull’intelligenza politica di un popolo e sulle scelte che essa esprime, gli italiani hanno risposto in due modi entrambi netti: oltre il 40 per cento non ha votato, e il quasi 60 per cento che lo ha fatto ha scelto in modo chiaro una forza politica, il partito democratico, al di là dei suoi meriti e delle sue responsabilità!

Leggi...

E ora Renzi rottama l'Europa?

Renzi_al_vertice_di_Bruxelles_20140306-Foto_lab_foto_Chigidi Roberto Mostarda

C’è molto della storia d’Italia nella dirompente vittoria di Matteo Renzi alle elezioni europee.
C’è quell’incoffessato e reiterato desiderio di delegare la fiducia ad un uomo solo, ad un salvatore della patria, ad uno che valga per tutti.
Ci sono quelle migliaia di biglietti gratta e vinci comprati ogni giorno da coloro che inseguono la speranza di un sogno percorrendone la strada più breve.
Ci sono gli occhi increduli di Schillaci ai quali tutta Italia affidava le sorti di un’estate mondiale.

Leggi...

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu