Martedì, 23  Luglio 2019 04:26:07
  • Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Colpo di mano o farsa tragica?

Presidente_Monti_V_Presidente_Biden_2013_04_Fototeca_PCMdi Roberto Mostarda -

Il fatto del giorno, lo sappiamo, anche se non interferisce più di tanto sulla vita quotidiana degli italiani e sui loro problemi cogenti, è la rivelazione di un noto giornalista economico anglosassone, sui retroscena del cambio della guardia a Palazzo Chigi, nel novembre del 2011.
Scoop in piena regola si potrebbe dire, sasso nello stagno, dimostrazione concreta che Berlusconi fu defenestrato dai poteri forti (da allora il Cavaliere si sente vittima non solo dei magistrati ma della politica tradizionale incarnata anche dal Quirinale)?
In realtà siamo di fronte a qualcosa che assomiglia ad una farsa tragica, come quella di un coniuge che scopre buon ultimo quello che tutti sapevano: essere stato tradito.

Quanto accaduto è un colpo di stato, un complotto, una congiura? Difficile farsi un'opinione pacata e stabile per i molti elementi anche dissonanti che entrano in gioco. L'analisi dei documenti, la ricostruzione alla luce di quanto è emerso, potrà aiutare a capire qualcosa di più.
Certamente si è trattato di un “colpo di mano”, fatto in nome del bene comune, della credibilità dell'Italia. Va però ricordato che a distruggere la credibilità dell'Italia a guida berlusconiana, si erano dati da fare in molti. Lo stesso ex premier coinvolto in affari poco lusinghieri su diversi fronti, non all'altezza nei consessi internazionali per le divisioni interne alla sua maggioranza ormai sfilacciata. Ma, guarda caso, esprimendo opinioni in consessi internazionali, interviste e prese di posizione rivolte all'estero sulla stupidità degli italiani ancora incantati dal “caimano”, proprio dai probabili “congiurati”: Monti, Prodi, Debenedetti, che hanno cercato e ottenuto in vari modi l'appoggio internazionale e la pressione economica tale da far saltare il banco (ricordiamo lo spread a quasi 600 punti da 130 dell'aprile 2011). Che a questi personaggi, convinti di portare al governo il professore della Bocconi, si sia rivolto in certo senso il presidente Napolitano, cercando una strada per superare la crisi, apre qualche interrogativo, non certo secondario. Che il Cavaliere si sia dimesso senza sfiducia da un giorno all'altro, e abbia poi sostenuto il governo Monti, lascia molte domande senza risposta.
Allora il presidente della Repubblica ha ordito una congiura, un complotto, ha esorbitato per questo dai suoi poteri di indirizzo? Probabilmente no! Ma certamente quanto è accaduto ha aggiunto un'altra pagina poco chiara alla nostra vita politica, nuovamente alle prese con la staffetta a Palazzo Chigi tra Letta e Renzi, senza arrivare alla sfiducia o al voto, mentre l'economia affanna e la gente non ce la fa più! Ogni commento è inutile, ma niente affatto superfluo!

Interni
IMAGEOra riforme e fatti
di Roberto Mostarda Nella stagione che stiamo vivendo nel nostro paese, tra recessione,...

Leggi...


IMAGEIncursione nella politica
di Michael Barons -  Io, quando ero giovane, alle politiche ho votato il PSIUP.Partito...

Leggi...


IMAGEIl duello tra vecchio e nuovo
di Roberto Mostarda E' uno strano paese, questa Italia 2014! Sembrano passati secoli...

Leggi...


IMAGEDi chi sono i voti del PD?
Assistiamo in questi giorni con apprensione ai contrasti tra le varie parti che da una...

Leggi...


IMAGELa guerra dei “mille giorni”
di Roberto Mostarda Il passato dell'Europa, e di riflesso quello degli staterelli...

Leggi...


Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu