• Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Il festival dell’autobiografia

Credito: commons.wikimedia.org/wiki/File:Anghiari_003.JPGdi Luisanna Tuti - 

“Benvenuti nella città dell’Autobiografia”.
Così accoglie il visitatore un cartello all’arrivo ad Anghiari, scrigno medioevale a cavallo tra la Toscana e l’Umbria, arroccato su mura millenarie, solide e maestose, che dominano la Valtiberina.
Vicoli, piazzette, stradine, silenziose depositarie di antichi ricordi, ricevono le persone che vi approdano con l’intento di ripercorrere la propria storia attraverso la scrittura.

Nel 1998, dall’incontro tra Duccio Demetrio, studioso di autobiografia nella formazione degli adulti e Saverio Tutino, inventore dell’Archivio Diaristico di Pieve Santo Stefano, nacque, come Associazione senza scopo di lucro, la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. I fondatori desideravano che la Valtiberina potesse essere conosciuta come “la valle della memoria” ed ogni persona, protetta dalle alte mura anghiaresi, osservando l’infinito, potesse rivivere la sua storia personale, scoprendo in questo piccolo angolo di mondo, tanti particolari del proprio passato. Storie che si intrecciano, accavallano, si riflettono.
Manifesto_Festival_Autobiografia.jpgAscoltando, nel silenzio dei vicoli, si ode la propria voce che racconta se stessi e qui, in questo luogo magico, uomini e donne riescono a ricostruire e trascrivere il proprio vissuto. Gli incontri con gli altri consentono di parlare ed approfondire i temi della vita, con le sue gioie, dolori, amori e sofferenze. La capacità espressiva della scrittura spontanea (che molti non sanno di avere), affiora negli interventi che ogni ospite è libero di esporre da un leggio, al quale chiunque può accedere per raccontarsi. Storie di lavoro, di affetti, di delusioni, di speranze, narrate e scritte da giovani, adulti, anziani e bambini, si incontrano, modificando la capacità autoanalitica ed introspettiva di ciascuno, con la conseguente valorizzazione del proprio “io”. La possibilità di accesso a questo percorso cognitivo della persona spesso cambia il modo di pensare e di affrontare il mondo. E’ questo il fine primario che le iniziative (seminari, percorsi avanzati…) della Libera Università di Anghiari si propongono, aprendosi a chiunque desideri vivere questa esperienza, indipendentemente dal grado di formazione scolastica e dall’età.

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu