• Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Aeroporti: attraggono capitale internazionale

Aeroporti: attraggono capitale internazionalea cura di Eduardo Fiora 
traduzione di Giuliana Giannessi

Il presidente Dilma Rousseff celebra ancora i risultati positivi dalla concessione di due principali aeroporti del paese: Galeão (nello stato di Rio de Janeiro) e Confins (nello stato di Minas Gerais). Il primo è stato messo all'asta per 20,83 miliardi di reais (6.9 miliardi di euro). Il valore minimo dell'asta era stato fissato in 4,82 miliardi di reais (1,4 miliardi di euro).

L' aggio di questa concessione è stato del 293% , in un lancio offerto dal Consorzio Aeroporti del Futuro, partenariato tra l’Odebrecht brasiliana e la Exclente BV, controllata da Changi Airports International, operatore dell'aeroporto di Singapore. Il consorzio opererà per i prossimi 25 anni in uno dei maggiori aeroporti del Brasile, con un movimento annuo di 17,5 milioni di passeggeri. Al termine del periodo di concessione, il Galeão dovrà ricevere 60 milioni di passeggeri l'anno.
Già l’aeroporto di Confins con offerta minima di 1,096 miliardi di reais (365 milioni di euro) è stato venduto all'asta per 1,82 miliardi di reais (aggio 66,05%), valore offerto dal Consorzio AeroBrasil, formato dalle società Companhia de Participações em Concessões, controllata da CCR, e due società estere: la Zurich Airport International AG e Munich Airport International Beteiligungs GmbH.
Nell'aeroporto di Rio de Janeiro, il Consorzio Aeroporti del Futuro dovrà realizzare il seguente piano di investimenti obbligatori: costruzione di 26 ponti di imbarco fino al 30 aprile 2016, la costruzione di un parcheggio con una capacità minima di 1.850 veicoli entro la fine 2015, l'adeguamento delle strutture per lo stoccaggio di merci (per i Giochi Olimpici del 2016), l'ampliamento del piazzale delle aeromobili fino al 30 aprile 2016; la costruzione del sistema di piste indipendenti fino a dar vita a 262.900 movimenti all'anno.

Per Lim Liang Song, presidente della Changi Airports International, avviare il primo investimento in Brasile è un importante passo avanti nell'espansione delle operazioni internazionali della società. "Insieme ai nostri partner - afferma il dirigente - ci siamo impegnati a fornire un'infrastruttura che offre ai passeggeri ed ai visitatori un'esperienza positiva e piacevole. Speriamo di sviluppare un elevato livello di efficienza operativa. Condivideremo anche l'esperienza che la Changi Airport Group ha acquisito nella gestione dell’aeroporto internazionale di Singapore ed i nostri investimenti di consulenza negli aeroporti".
Aeroporti: attraggono capitale internazionaleNel 2012, il governo Dilma Rousseff aveva già promosso l'asta di altri aeroporti dalle dimensione di quello di Guarulhos (nello stato di San Paolo), che è stata aggiudicata per 16,213 miliardi di reais (5.4 miliardi di euro) dal consorzio Invepar formato dalle aziende Invepar (Investimentos e Participações em Infraestrutura S.A) e ACSA, del Sudafrica.
Anche aeroporti di dimensioni internazionali nelle principali città come Bahia, Recife, Fortaleza, Porto Alegre, Vitoria hanno bisogno di sottoporsi a ristrutturazioni ed ampliamenti, per un costo totale stimato di 5,2 miliardi di reais (1,7 miliardi di euro), fino al 2030. L'amministrazione Dilma Rousseff non ha ancora definito se i cinque aeroporti saranno inclusi in un sistema di concessioni, ma l'aspettativa del mercato è che questo accada a breve termine, attraendo nuovi gruppi stranieri.

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu