Martedì, 18  Dicembre 2018 15:51:18
  • Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Fukushima, l’incubo del nucleare

Fukushima, l’incubo del nuclearedi Roberto Mostarda

Di nucleare per usi civili e dei rischi connessi, per la sicurezza delle comunità e per la salute, si parla nel mondo da decenni con opinioni pubbliche divise, ma in maggioranza contrarie, e gruppi dirigenti in bilico tra il miraggio dell’autonomia energetica e la considerazione della sensibilità in proposito delle collettività umane. Un discorso mai compiuto e mai affrontato compiutamente, ma vissuto più sul fronte delle emozioni, che non su quello del raziocinio. Così, quando si parla di energia nucleare, tutti vanno con la mente alla bomba atomica e ai suoi effetti.

Leggi...

Il regno dei topi

Il regno dei topidi Luisanna Tuti

Potrebbe sembrare l’inizio di una fiaba, se non fosse la triste realtà che ci circonda.
Ormai i topi hanno invaso le nostre città, le nostre cantine, le nostre case. Si stima che a Milano ce ne siano 13 milioni, a Napoli 10 milioni e a Roma (che primato!!) 15 milioni. Sono tutti ammalati di peste, ma, per fortuna, campano solo tre anni al massimo e non hanno contatti con gli uomini. Al loro apparire generalmente scappano gli uni e scappano gli altri, cosicché difficilmente familiarizzano.

Leggi...

È italiano il microscopio più potente d'Europa

È italiano il microscopio più potente d'Europadi Sergio Lo Martire - 

È operativo, già da qualche giorno, un microscopio in grado di osservare ciò che può essere manipolato nei materiali su scala atomica, variandone, addirittura, le proprietà e le funzionalità. Insomma, un nuovo tipo di microscopio elettronico con caratteristiche eccezionali, tale da diventare il più potente microscopio elettronico d'Europa.
Questo capolavoro della ricerca si chiama Arm 200.
Fin qui nulla di strano, se non fosse che questo strumento così potente è interamente italiano ed è stato inaugurato a Catania, presso il centro per lo studio dei materiali con tecniche di microscopia elettronica ad altissima risoluzione spaziale, uniche nel nostro Paese, dei laboratori della Stmicroelectronis, anch'essa italiana.

Leggi...

Lo smog provoca il cancro, ma non lasciamo l'auto

Inquinamento atmosferico sulla pianura padana. Foto da satellite. Fonte: NASAdi Michele Sermone

Ormai è accertato dalla scienza ufficiale: lo smog non solo fa male alle vie respiratorie, ma può causare il cancro ai polmoni. Il verdetto scientifico è frutto di un notevole lavoro di revisione svolto da più di mille studi di ricerca e da una squadra di esperti di rilevanza internazionale per conto dello IARC (International Agency for Research on Cancer) di Lione, l’agenzia dell’Oms, (l'Organizzazione Mondiale della Sanità), che ha analizzato e classificato sostanze e agenti che possono provocare neoplasie gravi, il tutto per alcuni milioni di dollari.

Leggi...

La terra è sempre più malata

Fonte: http://www.climatechange2013.org/di Sergio Lo Martire

La frase più ricorrente è ormai un leitmotiv che sento dire da quando ero bambino, più di mezzo secolo fa: "Le stagioni non sono più quelle di una volta" e s'incolpava subito la bomba atomica.
Oggi, nonostante il progresso, il leitmotiv è ancora lo stesso, maquesta volta la colpa è tutta dell'uomo, senza distinzione di razza, nazione o cultura. Insomma, se il clima cambia e in peggio, ce la dobbiamo prendere solo ed esclusivamente con noi stessi. Ognuno di noi è colpevole di questo crimine ecologico.
Chi lo dice? Il Rapporto del Climate Change 2013: The Physical Science Basis, presentato a Stoccolma la scorsa settimana e redatto dal Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico, istituito dall’Onu.

Leggi...

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu