Domenica, 23  Settembre 2018 04:12:30
  • Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Uno strano Nobel ad un italiano

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Dungbeetle.jpgdi Michele Sermone

Una scoperta eccezionale che sconvolgerà la nostra civiltà, almeno per le prossime generazioni, è quella portata avanti da due ricercatori un russo, Yuri Ivanenko e dal nostro Alberto Minetti. Una ricerca che è valso ai due un riconoscimento nel campo della fisica con un IgNobel, un gioco di parole che in inglese si riferisce a premi 'Ignobili', in altre parole i riconoscimenti alle ricerche più stravaganti e accidentalmente comiche, conseguite dagli scienziati in tutto il mondo, ma consegnati nella prestigiosa università di Harvard fin dal 1991.
Anche se alcune "scoperte" possono sembrare ridicole, in realtà, come spesso capita, da un'involontaria e "inutile" scoperta si possono aprire vasti campi nella ricerca, quella seria, ovviamente: non per nulla, il premio è conferito in una delle università più blasonate del mondo.

Leggi...

Gara cervello computer, vince il primo 40 a zero

Fonte:wikipediadi Titta Mare

Ogni tanto arrivano notizie interessanti che ci riguardano, non certo per chi sta scrivendo, ma per il genere umano nella sua totalità.
Si tratta di un esperimento sul cervello umano e le sue potenzialità che si è svolto presso l'Istituto di tecnologia di Okinawa.
Il test, portato avanti dai tecnici giapponesi, ha simulato una minima parte, l'1% del meccanismo della rete neurale della mente umana, attraverso il computer, anzi, un super computer, il Fujitsu K, per verificare come replicare appena un secondo dell'attività del nostro cervello. La macchina calcolatrice ha impiegato ben 40 minuti per svolgere l'attività di un secondo!

Leggi...

Vince un italiana per un progetto satellitare internazionale

Foto ESA Parte del programma di test per il sistema Galileo dell'ESA.La notizia potrà sembrare poco rilevante, ma a noi fa sempre piacere raccontare di un italiano, in questo caso una studentessa di ventisei anni, Mara Branzanti, laureanda in Geomatica, che ha vinto il concorso globale di Big G, la borsa di studio del Google Summer of Code.
Il concorso si basa su 117 organizzazioni, solo nel 2013, che presentano dei progetti ai quali i ragazzi che concorrono possono spiegare come e perché si possono migliorare tramite i codici di software open source scritti da loro stessi.
Quest'anno hanno partecipato 4.144 ragazzi da tutto il mondo con 6.000 progetti. Hanno vinto 1.192 di loro tra cui la nostra Branzati con uno che riguarda il sistema satellitare Galileo per renderlo più sicuro e veloce nell'uso del sistema della navigazione.

Leggi...

Tutti a tavola, c'è la carne finta

Tutti a tavola, c'è la carne fintadi Michele Sermone

Avete mai pensato di mangiare in vita vostra un hamburger dal costo di circa 250 mila euro e per di più finto?
Non credo proprio, e invece è accaduto in questi giorni, nel più stretto riserbo, in una località segreta dell'Inghilterra, a nord ovest di Londra.
Questo Hamburger, è bene precisarlo, non è il solito cibo da fast foods, ma un serio esperimento condotto dall'università olandese di Maastricht sotto la guida del prof. Mark Post, il quale ha realizzato per la prima volta al mondo, un hamburger di manzo, coltivando in laboratorio cellule staminali prelevate dal muscolo di un bovino.

Leggi...

Due ricercatori italiani contro l'atassia

Fonte: http://jmg.bmj.com/di Sergio Lo Martire

Attualmente in Italia, oltre cinquemila persone sono afflitte da malattie genetiche rare o atassie ereditarie che incidono gravemente sul sistema nervoso centrale dell'individuo.
La malattia in questione, l'atassia, è un disturbo che sviluppa una graduale scomparsa della coordinazione muscolare rendendo impossibile nel tempo eseguire alcun movimento volontario, coordinato dal cervelletto.

Leggi...

Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu