• Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

UNA BOMBA A OROLOGERIA

Bielorussia-2000_Ospedale_Minsk_Mostra_Paolo_Fusco_600di Michele Sermone

Il 26 aprile di quest'anno è stato il 28esimo anniversario dell'incidente nucleare di Černobyl', la più grave tragedia del nucleare di tutti i tempi, insieme a Fukushima.
Purtroppo, la memoria di quei fatti sta lentamente scomparendo, nonostante i danni arrecati siano ancora vivi nelle popolazioni ucraine, allora ancora parte dello Stato sovietico, insieme a quelle confinanti della Bielorussia.

Leggi...

Il latte è fresco? Lo dice una spia

Latteria_Abbacchio-Foto_Triante2009.jpgdi Sergio Lo Martire -

Uno dei business della malavita, tra i tanti che stanno flagellando il nostro Paese, è la frode alimentare. Non solo è quasi naturale "taroccare" i nostri prodotti di maggior successo nel mondo come: il finto parmigiano o la finta passata di pomodoro, solo per citare i più conosciuti, ma, sempre più spesso, vengono messi sul mercato cibi scaduti o andati a male, con grave pericolo per la salute della gente: dalla carne al pesce fino ad arrivare ai prodotti in scatola.

Leggi...

CLOREXIDINA: e’ vero che fa male?

di Luisanna Tuti -

Potente disinfettante il Colluttorio alla clorexidina è normalmente consigliato dai dentisti anche per combattere la placca batterica e, secondo quanto riportato dalla rivista European Journal of Oral Sciences, è il più efficace nemico delle infezioni orali. Purtroppo è sconsigliato un uso prolungato del trattamento per evitare l’alterazione della cromia dello smalto. I “gargarismi” non dovrebbero essere più di due nell’arco delle 24 ore. I medici ne consigliano uno la mattina - dopo la colazione - ed uno la sera, prima di coricarsi. Poiché la clorexidina è sensibile ad alcuni ingredienti presenti in molti dentifrici (sodio lauril solfato e sodio monofluorurosolfato) se usati contemporaneamente, possono rendere inefficace l’effetto terapeutico del farmaco. Per evitare di vanificare la cura, i dentisti suggeriscono di usare spazzolino e dentifricio a distanza di circa 30 minuti dal colluttorio. Se utilizzato nelle giuste dosi, il colluttorio medicato non provoca alcun effetto dannoso. Spesso però accade che le persone, pensando che questo non va ingerito e quindi non può far male, ne fanno un uso esagerato. Se adoperato per più di tre settimane e più di due volte al giorno, il colluttorio può alterare il colore dei denti, soprattutto delle resine che compongono le capsule dentali e le otturazioni. Anche se non pericolose per i denti, su questi potrebbero apparire delle macchie gialle o nerastre assolutamente antiestetiche, che possono essere rimosse con un trattamento di detartrasi. Per minimizzare il rischio dei denti gialli, sono stati create nuove formulazioni farmacologiche a base di clorexidina ed altre sostanze specifiche, appositamente selezionate per non provocare alterazioni cromatiche. Qualora un uso prolungato del colluttorio provocasse bruciore del cavo orale, è consigliabile sospenderlo ed eventualmente massaggiare le mucose gengivali con creme lenitive (aloe). Potrebbe anche alterare i sapori degli alimenti che torneranno alla normalità non appena si termini l’uso del prodotto.
Nel febbraio 2013 però, la rivista Free Radical Biology and Medicine ha pubblicato un articolo secondo il quale i ricercatori ipotizzano che un eccessivo uso di colluttorio alla clorexidina, (molto dannosa ad alte concentrazioni), può mettere in pericolo la salute del cuore, soprattutto se unito al tabacco ed alcol. Consigliando quindi di evitare di fumare e bere alcolici durante l’uso di prodotti a base di questo antisettico, evidenziano il fatto che, due soli sciacqui di colluttorio alla clorexidina, sono sufficienti ad aumentare la pressione sanguigna di 3,5mmHg.
Se ne deduce quindi che l’igiene orale è ovviamente necessaria, ma, come per tutte le cose, è bene mai eccedere e far uso dei colluttori solo dietro prescrizione del proprio dentista o igienista orale, soprattutto alcuni a base di alcol che, secondo uno studio condotto presso la Melbourne University e pubblicato dal Dental Journal, aumentano sensibilmente i rischi di neoplasie orali.

Rischio antibiotici: il cannone e la mosca

Penicillin_core-it_wikipedia_org-Autore_Cacycledi Lorenzo Testa -

Stiamo vivendo un momento storico e non ce ne stiamo accorgendo. No, non mi riferisco ai recenti fatti dell'Ucraina, alla crisi dell'Europa o ai cambiamenti climatici, ma alla fine di un simbolo per la nostra salute, conosciuto e utilizzato in tutti gli angoli del pianeta: mi riferisco alla fine degli antibiotici per ipersfruttamento.
Tra dieci anni, infatti, si prevede che questi preziosi alleati della nostra salute che hanno fatto aumentare le nostre prospettive di vita di almeno venti anni, in poco meno di sessant' anni, fra poco saranno solo un ricordo. Il troppo uso, anche quando non serve, ha fatto perdere la loro capacità di contrastare i batteri e le relative infezioni, con rischi notevoli per le nostre condizioni fisiche.

Leggi...

Con mille sacchetti di plastica, facciamo un pieno di diesel

EVA_granule-Foto_Cjp24di Titta Mare -

Il nostro mondo ha sempre più necessità di energia, non c'è attività, fosse anche la più semplice, che abbisogna di energia e quando manca è una tragedia.
Tutto si blocca per incanto, proprio come nella favola della strega cattiva. Per questo motivo dopo il carbone, il petrolio e gli impianti idroelettrici, la fantasia degli scienziati non ha avuto limiti: dal mais, alla frutta, dalle biomasse, più nota come spazzatura all'aria, alle onde del mare, il calore e la luce del sole, senza dimenticare i batteri e i fondi di caffè.

Leggi...

Scienza
Migrazioni ittiche verso i poli
di Sergio Lo Martire -  Tra qualche decennio la Terra sarà attraversata da una vera rivoluzione che ne determinerà la sua vita futura e non certo...

Leggi...


IMAGERelazioni tra peso e batteri intestinali
di Titta Mare -  Sono decenni che combatto ogni mattina con la bilancia e purtroppo vince sempre lei che con fredda cattiveria segna sempre un peso...

Leggi...


IMAGEPotenziale distruttivo del bosone di Higgs
di Titta Mare -  Finalmente, ogni tanto, ci vuole una bella notizia che ci risollevi il cuore.In momenti di crisi economiche, con focolai di guerra...

Leggi...


IMAGEClimate Change: gas serra protagonista
di Sergio Lo Martire -  Ormai quando si parla di cambiamenti climatici le notizie non sono mai buone.La situazione sembra sfuggire di mano, non solo...

Leggi...


IMAGEDal riscaldamento globale all’era glaciale
di Titta Mare -  Confesso che ormai mi ero convinto a vivere, per i prossimi decenni, nel caldo torrido previsto dai vari metereologi, cominciando...

Leggi...


Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu