• Pubblicazione del 15 Ottobre 2014 ore 19.00
  
  

Relazioni tra peso e batteri intestinali

Lactobacillus casei 1. Tratto da: Wikimedia Commons de:User:A doubtdi Titta Mare - 

Sono decenni che combatto ogni mattina con la bilancia e purtroppo vince sempre lei che con fredda cattiveria segna sempre un peso maggiore di quanto avrei sperato, sempre purtroppo a tre cifre.
Una sconfitta per la quale ho incolpato la mia mancanza di volontà, il piacere della gola, la voglia di sentirmi sazio, insomma tutte quelle cose che ci fanno sinceramente vergognare, almeno fino ad oggi. Si, perché la onnipresente ricerca scientifica ha scoperto che non sono io che mangio perché non mi controllo, ma ciò che abita dentro di me sceglie di mangiare o meno.

Non parlo di alieni nel corpo, ma degli utilissimi batteri disseminati nell'intestino dai quali dipende la scelta di un cibo invece di un altro; insomma i golosi sono loro e non io.
I batteri intestinali sono in grado, secondo alcuni ricercatori americani, di influenzare l’appetito e l’umore delle persone obbligandogli a mangiare tutto ciò che desiderano e pilotandoli, senza che loro ne siano consapevoli e, dunque, colpevoli, anche all’obesità, vedi il mio caso.
Insomma, altro che libertà. Siamo diretti da minuscoli esseri grandi quanto un micron di millimetro che insieme al cibo, condizionino anche il comportamento umano con il loro fabbisogno alimentare, altro che la nostra gola.
Da oggi so che quando mangio una fetta di torta alla crema non è per me, ma per i miei piccoli ospiti che ho nell'intestino, così mi sento anche meno colpevole.
Per manipolare i nostri desideri, i batteri rilasciano molecole che colpiscono determinati organi e influenzano il nostro cervello attraverso il nervo vago, la via di collegamento tra stomaco e cervello.
L'intuizione di questa scoperta può avere sviluppi veramente interessanti che possono rivoluzionare tutto quello che finora si è detto sulle diete: non bisogna più agire sul nostro cervello, ma su quello, se ce l'hanno, dei batteri, sono loro che dobbiamo mettere a dieta.
"I batteri hanno la capacità di manipolare il comportamento e l’umore attraverso l’alterazione dei segnali neurali del nervo vago - spiega Atena Aktipis – del Dipartimento di Psicologia dell’Arizona State University e autrice principale dello studio - cambiando i recettori del gusto, producendo tossine per farci sentire male e rilasciando ricompense chimiche per farci sentire bene".
La ricercatrice spiega, inoltre, che alcuni microbi hanno bisogno di grassi, mentre altri prediligono, ad esempio, alimenti zuccherini e siccome l’intestino è legato al sistema immunitario, endocrino e nervoso, i richiami che vengono forniti possono influenzare molto il nostro benessere e il nostro comportamento. Si è potuto inoltre dimostrare come assumere batteri intestinali del genere Lactobacillus casei, che spesso troviamo in alcuni yogurt, si possa migliorare l’umore di una persona.
Comprendere ciò che accade dentro di noi, secondo i ricercatori, ci aiuta a capire come frenare le abitudini che portano a disturbi fisici, comportamentali, o vere e proprie malattie.
Ho capito così, come in un giallo, chi è il colpevole del mio peso, ma intanto confesso che tutte queste novità mi hanno messo un certo appetito, solo che adesso so di chi è la colpa e posso mangiare finalmente senza complessi di colpa.

Scienza
Migrazioni ittiche verso i poli
di Sergio Lo Martire -  Tra qualche decennio la Terra sarà attraversata da una vera rivoluzione che ne determinerà la sua vita futura e non certo...

Leggi...


IMAGERelazioni tra peso e batteri intestinali
di Titta Mare -  Sono decenni che combatto ogni mattina con la bilancia e purtroppo vince sempre lei che con fredda cattiveria segna sempre un peso...

Leggi...


IMAGEPotenziale distruttivo del bosone di Higgs
di Titta Mare -  Finalmente, ogni tanto, ci vuole una bella notizia che ci risollevi il cuore.In momenti di crisi economiche, con focolai di guerra...

Leggi...


IMAGEClimate Change: gas serra protagonista
di Sergio Lo Martire -  Ormai quando si parla di cambiamenti climatici le notizie non sono mai buone.La situazione sembra sfuggire di mano, non solo...

Leggi...


IMAGEDal riscaldamento globale all’era glaciale
di Titta Mare -  Confesso che ormai mi ero convinto a vivere, per i prossimi decenni, nel caldo torrido previsto dai vari metereologi, cominciando...

Leggi...


Italian Media s.r.l. - via del Babuino, 99, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu